Melegnano / Le storie

  • Pierina Dedé

    Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve, Jonas Jonasson “Mi è piaciuto: è ironico scorrevole perché è anche tradotto bene, e questo è importante perché la traduzione è un passaggio delicato”. Intervista di Marco de Donno, Sabrina Tetamo e Giulia Ferrari.  ...

  • Silvia Spoldi

    Acciaio, Silvia Avallone   Per quale motivo ha scelto il libro “Acciaio”? Seguo sempre la narrativa che esce, sto sull’attualità. Avevo letto che era di questa ragazza giovane, che parlava di questa zona, dell’acciaieria. Ne parlavano bene e l’ho letto. Come tutto quello di nuovo che esce… prenotiamolo e leggia...

  • Maddalena Mela

    Fai bei sogni, Massimo Gramellini   Cosa l’ha colpita di questo libro? Molte cose. E il fatto che anche se, in alcuni casi, sono amare, non si perde mai l’ironia nel raccontarle. Penso alla figura del padre. Un uomo che non ha saputo capire quello di cui il figlio aveva bisogno, anche se ce l’ha […]...

  • Tina Secondo

    Il ritratto di Dorian Gray, Oscar Wilde. “Noi non sappiamo cos’è il bene e cos’è il male e molte volte, anche nella vita di tutti i giorni, siamo combattuti. Questo dualismo in ognuno di noi, secondo me, c’è sempre e anche nella vita di tutti i giorni vieni fuori ed è per quello che mi […]...

  • Fabrizio Marzi

    Fai bei sogni, Massimo Gramellini «È un buon libro, è scritto in maniera veloce, si vede che è un giornalista e anche che è scritto in modo abbastanza leggibile, molto scorrevole». L’intervista di Gaia Sciuto e Ahmed Elayek...

  • Camilla Sciannamblo

    Acciaio, Silvia Avallone Che ne pensa di questo libro? Posso rispondere sinceramente? Questo libro non è il mio genere, per usare un eufemismo. Io ho 68 anni, ho studiato e mi sono formata in un’altra generazione, che si è legata a una narrativa classica. E a una società più idealista, più coinvolta nel pubblico. Piazza […]...

  • Simona Bonora

    «Mi aveva incuriosita la pubblicità, me lo avevano consigliato i miei amici, e così l’ho letto». Il libro è: La verità sul caso Harry Quebert, di Joël Dicker. L’intervista è di Antonella Caglia Ferro e Chiara Rottoli...

  • Marta Besozzi

    “Terzani quando scrive insegna una parte di storia. Quando leggo le sue parole è come se lo sentissi parlare. È bello sentire che per lui la sua famiglia è tutto” Intervista di Irene Bertoletti, Martina Madè....

  • Katiuscia Rovescalli

    “Quello che mi è piaciuto di più è stata la descrizione della periferia. Questa sensazione di tristezza della periferia raccontata nel libro” Intervista di Giulia Ferrari, Marco de Donno e Sabrina Tetamo...

  • Daniela Fraschini

    “L’autrice ha descritto molto bene una realtà di un quartiere povero, di gente che lavora in fabbrica. È uno spaccato di vita che si può ritrovare in molti posti d’Italia”. Intervista di Marco De Donno, Sabrina Tetamo e Giulia Ferrari...

  • Lorena Castano

    “Mi ha colpito il fatto che nella storia di questo libro quest’uomo riesce a realizzare un suo sogno anche a un’età molto avanzata. Per cui la speranza che fino all’ultimo giorno abbiamo la possibilità di realizzare qualcosa che desideriamo”. Intervista di Gaia Sciuto e Ahmed Elayek...

  • Serena De Matteis

    “Mi sono innamorata follemente di questo libro. Secondo me il momento di leggerlo è quando si è giovani e quando si deve prendere posizione su certe cose e quando bisogna decidere che tipo di persone si vuole essere”. Intervista di Ahmed Elayek e Gaia Sciuto...

  • Franco Fornaroli, bibliotecario

    “Nel nostro lavoro si fanno chiacchiere, ma non sono ma inutili perché sono chiacchiere che servono a conoscere le persone, e quando si conoscono le persone si conoscono le comunità”...

  • Donatella Granata

    Le momemorie di Adriano, M.Yourcenar “Poi il suo amore per la cultura in generale, per le biblioteche, anche per gli insegnanti quando dice che bisognerebbe appunto salvare insegnanti e medici perché uno stato può contare solo su di loro. E questa cosa mi è molto piaciuta”. Intervista di Marco De Donno, Sabrina Tetamo e Giulia [&hell...

  • Alessandra Germani

    Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte, Mark Haddon «Leggo tutto: dai gialli ,che magari possono essere un po’ più leggeri, magari per qualcuno no , per me magari sono distensivi perché non sono impegnativi, un po’ tutto la narrativa, mi piace qualsiasi cosa leggo; mi piace molto leggere ecco… ». Intervista di Ahmed […]...